Resoconto 2012-2017: Cultura, Turismo e Sport

| Posted by | Categories: top news

Tra i risultati più evidenti ottenuti durante il mandato amministrativo c’è sicuramente lo sviluppo di attività turistiche, culturali e sportive che hanno portato Formello a diventare un punto di riferimento su scala metropolitana.

photo6042104935283271614In questi anni abbiamo infatti assistito a una vera e propria ‘esplosione’ del turismo sostenibile, legato agli itinerari della via Francigena. Il Comune ha iniziato a investire su questa risorsa fin dalla metà degli anni 2000, incrementando gli spazi, le attività e le attrezzature culturali dedicate a cittadini e visitatori.

L’apertura dell’Ostello comunale a palazzo Chigi nel 2013 ha consentito di intercettare un flusso turistico internazionale in costante crescita, quello delle migliaia di pellegrini e camminatori che percorrono la Via a piedi o in bicicletta.

photo6042104935283271608Oltre all’Ostello, affidato ai ragazzi del Centro Giovanile e definito come il “più bello della Francigena italiana”, la scommessa sulla Via ha coinvolto il tessuto imprenditoriale locale, portando un grande incremento nel numero delle attività ricettive e di ristorazione.

L’impegno dell’Amministrazione ha poi portato nel 2014 all’apertura, sempre all’interno del Palazzo, di Mansio: un percorso immersivo dedicato ai 1800 chilometri di via Francigena attraverso l’Europa, che ci è valso l’interessamento dei media nazionali e delle istituzioni europee.

Palazzo Chigi è stato teatro di altri numerosi interventi che lo hanno trasformato in un vero e proprio centro culturale. La Biblioteca multimediale comunale, ampliata nel 2014 su un secondo livello, ha visto raddoppiare le sue dimensioni arrivando a contenere oltre 20.000 volumi e dal 2015 può vantare il Marchio di biblioteca di Qualità della Regione Lazio. Ad arricchire il Palazzo è arrivato inoltre il Museo dell’Agro Veientano (2016)photo6042104935283271618, un traguardo inseguito da decenni e realizzato con grande originalità e rigore scientifico. Tra gli altri interventi si possono elencare i restauri degli straordinari affreschi del piano nobile, del voltone di ingresso al borgo e dei dipinti lignei dei soffitti del secondo piano, ora affidati a un’unica gestione integrata: il Parco delle Culture, con compiti di promozione, animazione e valorizzazione, un esempio di collaborazione virtuosa tra pubblico e privato.

Un altro luogo in cui, attraverso un’importante azione di stimolo e coordinamento, si sono concentrate molte nuove attività è il Centro civico a Le Rughe, divenuto punto di riferimento sociale e culturale ormai non solo per il quartiere. Il centro ospita la seconda sede del Centro Sociale Anziani, una scuola di danza e una di musica, una ludoteca, la sede di numerose associazioni oltre alla Croce Rossa (che effettua anche un servizio medico al pubblico, il sabato) e i servizi al cittadino come il Bibliopoint, la Polizia Locale e lo sportello Acea.

Una grande azione dell’Amministrazione ha riguardato il Teatro Jean Pierre Velly, tra i pochi esempi funzionanti nell’area nord del territorio metropolitano di Roma. asd
Nel 2013 la direzione artistica è stata affidata tramite bando pubblico all’Associazione Quarta Parete (Lavori in Corso…) di Carmela Colaninno e Federica Fiorillo: una scommessa importante, data l’abolizione dei fondi provinciali destinati alle stagioni teatrali. All’offerta per il pubblico adulto se ne è affiancata una per i piccoli, e grande rilievo è stato dato anche a laboratori teatrali, matinèes e lavori dedicati a scuole e associazioni del territorio. A questo si è aggiunta la creazione di due festival: Confronti creativi per le compagnie emergenti e Confronti creativi in danza per le numerose scuole di danza del territorio. Nel teatro sono anche stati eseguiti importanti lavori di ristrutturazione (foyer, cabina di regia), realizzati con finanziamenti regionali.

Arte e bellezza si sono diffuse non solo all’interno di luoghi circoscritti, ma sull’intero territorio comunale. Il DIF, Museo diffuso di arte contemporanea, ha creato nuovi legami sociali in una originale formula museale che espone le opere di importanti artisti esposte all’interno di case private, negozi, uffici pubblici e privati.

Tutte queste attività, come pure i numerosissimi appuntamenti come i festival e le rassegne di jazz, teatro, danza e lirica, sono state rese possibili anche grazie a una intensa e generosa collaborazione delle associazioni del territorio, coordinate dalla straordinaria azione della Pro Loco. Mai come in questi anni si era vista una mobilitazione così ampia e una tale partecipazione sia di residenti che di persone provenienti dai comuni vicini. Anche le feste tradizionali, che custodiscono la memoria storica della nostra comunità, come la festa patronale dei SS. Lorenzo e Prudenzio, San Martino Sant’Antonio o la Pasquetta Formellese sono state oggetto di grande cura e rilancio.

photo6042104935283271609photo6042104935283271613La stessa visione sinergica con le realtà associative, oltre all’ampliamento dell’offerta di spazi sportivi (il secondo spazio polivalente coperto a Le Rughe è stato aperto a fine 2012 e un terzo è in corso di ultimazione presso la scuola media), ha permesso di incrementare anche le attività sportive, affiancando a realtà locali consolidate anche discipline come rugby, mountain bike e boxe. Ciascuna di queste realtà, sia nuove che già presenti sul territorio, contribuisce alla grande vitalità del nostro comune con manifestazioni di richiamo regionale e non solo, ma soprattutto rendono la nostra comunità sempre più viva e attiva.