Resoconto 2012-2017: Opere Pubbliche

| Posted by | Categories: top news

Gli anni 2012-2017 per molti comuni italiani hanno coinciso con un sensibile rallentamento nella realizzazione di opere pubbliche. La crisi economica ha impedito gli investimenti necessari ad alimentare questo fondamentale volano di sviluppo per il territorio.

Non così a Formello. Questi anni verranno ricordati per l’inaugurazione di ben due nuovi plessi scolastici, la scuola per l’infanzia Arcobaleno (2013) e la secondaria di I grado Rossellini (2014), oltre all’ampliamento con una nuova ala del plesso Le Querce (2013) a Le Rughe.WhatsApp Image 2017-03-22 at 12.17.55

I due nuovi plessi, ampi e bellissimi, i cui lavori erano partiti negli anni precedenti, avevano entrambi scontato numerose traversie e fermo dei lavori, conseguenza della sospensione del finanziamento regionale per crisi di liquidità della Regione Lazio nel caso della Rossellini, o del pre-fallimento dell’impresa promotrice del quartiere Albereto nel caso del plesso Arcobaleno.

Portarle a termine è stata dunque una grande sfida, che continua oggi con la costruzione della palestra scolastica, in pieno svolgimento.

La necessità di anticipare le risorse finanziarie regionali con fondi comunali per completare la scuola Rossellini ha ritardato gli interventi più consistenti sulle strade sino al 2015, quando i finanziamenti regionali sono stati sbloccati. Da allora è stato possibile realizzare rifacimenti dei manti stradali su Viale Africa, Viale delle Rughe, Via dei Fossi Vecchi, Via degli Olmetti, Via delle Macere, Via Bassanelli, Via di Monte Madonna, Via della Ficoraccia. E altri interventi sono in corso.

La Strada Provinciale Formellese, ormai divenuta in gran parte comunale, è stata oggetto di  messa in sicurezza con il rifacimento del manto stradale nel tratto Via Monte Lavatore – Via Roma, a opera dell’allora Provincia di Roma (2014), e con la fondamentale rotatoria in Via della Selviata (2015), che impone di rallentare dove in passato erano avvenuti numerosi incidenti anche mortali.Selviata Opera viaria richiesta dal Comune a carico di privati, il nuovo collegamento tra il centro commerciale Casal dei Pini e la Cassia (2016) che, oltre ad alleggerire il traffico sullo svincolo di Viale Africa, consente di raggiungere gli impianti sportivi lungo la Cassia evitando di percorrerla.

A partire da novembre 2016, con i proventi derivanti dalle sanzioni del Codice della Strada, abbiamo incrementato gli interventi su numerose altre strade, i cui lavori sono in corso  in questi giorni.

E’ recentissimo anche l’avvio del cantiere della rotatoria in Via di Santa Cornelia che, oltre a mettere in sicurezza un pericoloso incrocio con la Via Formellese sostituirà la rotatoria provvisoria, riqualificando il principale accesso a Formello da Roma.

palazzo chigiMolte sono state le opere nel centro storico di Formello, che hanno contribuito ad un grande rilancio turistico e al miglioramento della qualità della vita. Passeggiare per Formello oggi significa poter godere del restauro dell’accesso al borgo e delle mura esterne del Palazzo Chigi, del rifacimento delle facciate di Piazza San Lorenzo e Via XX Settembre. Ma anche di poter usufruire dell’Ostello della Gioventù o recarsi al centro visite per la Via Francigena Mansio e il Museo dell’Agro Veientano.

Soddisfazione per tutta l’Amministrazione Comunale è l’atteso avvio da parte di Telecom Italia della stesura della fibra ottica che nel corso del 2017 coprirà l’intero territorio di Formello e renderà il servizio vendibile a partire dal 2018.

È doveroso ricordare anche le sorti della ex scuola media Rossellini in località Mont’Ecco, abbandonata nel 2004 perché non rispondente alle normative antisismiche, e impossibile da ristrutturare perché prefabbricata con metodi sperimentali negli anni ’60. Il Comune ne avviava le procedure per la demolizione e ricostruzione sin dal 2013; la Sovrintendenza successivamente emetteva un vincolo a tutela della costruzione per motivi di interesse storico-tipologico, al quale il Comune opponeva un ricorso la cui udienza di merito deve ancora essere fissata dal Consiglio di Stato.

Infine, un risultato atteso da molti anni. Nel mese di Aprile verrà aperto al pubblico il parco urbano di Vigna Grande. L’area è in corso di piantumazione grazie a un finanziamento statale richiesto per opere di riforestazione urbana. In attesa dell’avvio del piano integrato Le Croci, i circa sei ettari di terreno sono stati locati dal Comune a canone agricolo.